Municipio XII: nasce la nuova consulta per i diritti delle persone con disabilità. Alongi (Pres. Comm. Politiche sociali): adesso avanti su riforma Centri anziani

Il Consiglio del XII Municipio ha approvato stamani il nuovo Regolamento per la Consulta municipale per i diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie, in sostituzione del vecchio testo, ormai desueto.

La modifica si è resa necessaria dopo che l’Assemblea Capitolina ha predisposto delle specifiche linee guida (con la deliberazione n. 11/2022) su questo tema, così da omogeneizzare le consulte in tutti i municipi della città. “Con questo nuovo testo il Municipio compie un passo ulteriore nell’ascolto attento delle fragilità del territorio. La nuova Consulta sarà ancor di più luogo di confronto e impulso per progetti e misure utili a dare risposte ai bisogni non soltanto ai cittadini colpiti da disabilità, ma anche alle loro famiglieha commentato il Presidente della Commissione Politiche sociali Alessandro Alongi, relatore e primo firmatario del testo in aula.Le principali novità rispetto al passato è che oggi potranno far parte dell’assemblea, oltre alle organizzazioni di promozione sociale del territorio, anche i singoli cittadini. Questo consentirà di introdurre nuovi contributi in una materia così delicata e complessa come quella della disabilitàha continuato Alongi.


Nelle prossime settimane verrà pubblicato un avviso pubblico volto all’indizione delle nuove elezioni della neonata Consulta. Nelle more del rinnovo dell’assemblea sarà garantita la continuità per gli iscritti alla precedente Consulta.

Ritengo che con quest’atto, oggi, sia stata scritta oggi una bella pagina per il nostro Municipio. Il nuovo Regolamento è frutto di un lavoro corale svolto in Commissione, e voglio ringraziare tutti i componenti, di maggioranza e opposizione che hanno partecipato, con il loro contributo, a rendere il regolamento inclusivo e costruttivo. Non ultimo un ringraziamento anche all’attuale Consulta DI, che ha partecipato a parte dei lavori di stesura dell’attuale testo. Ritengo personalmente che su determinate materie sia imprescindibile non ascoltare e tenere conto delle varie istanze che giungono da mondi che, il più delle volte, sono lontane dai nostri. Quando si deve deliberare, e quindi compiere delle scelte pubbliche che comportano riflessi sulle situazioni private delle persone – e questo vale per la Consulta ma in generale per ogni decisione politica – bisogna conoscere, confrontarsi, avere l’umiltà di dialogareha sottolineato Alongi.

Nei prossimi giorni verrà depositato, in Consiglio comunale, il nuovo regolamento sui Centri anziani della Capitale, e i municipi saranno chiamati a rendere parere. “La Commissione Politiche sociali municipale è pronta, anche in questa materia, ad ascoltare e confrontarsi insieme su questa importante riforma, consapevole dell’importanza che rivestono i Centri quali poli di aggregazione e svago per un territorio come il nostro, e per un’amministrazione come quella del Presidente Tomassetti così attenta alle fragilità e alle fasce di popolazione più deboli e vulnerabiliha concluso Alongi.

Redazione
Author: Redazione