M.U.D.A.C. | Metti un Disco a Cena al Ristorante del Bar del Fico

Spread the love

M.U.D.A.C. | Metti un Disco a Cena

Ristorante del Bar del Fico,
Via della Pace 34, Roma

25 gennaio 2023 | Ore 19.00 – 24.00

M.U.D.A.C. – Metti un Disco a Cena, il format ideato da Giovanni La Gorga, aka Dj Giovannino, caratterizzato dal connubio tra ottima musica, arte contemporanea e ricerca enogastronomica, torna ad accendere il Ristorante del Bar del Fico, mercoledì 25 gennaio 2023, con un nuovo evento arricchito, da un’inedita novità.

Accanto all’arte contemporanea e alla musica, questo primo appuntamento del 2023 si apre alla moda, con il vivacissimo ed originale market di metà inverno, il concept ideale per gli amanti del fashion che ospita creazioni artigianali ed uniche di diversi brand di ricerca, come Wanea D’Amico, Oona bags, ZUK8.

Nuovi ospiti animeranno la serata, prima di tutto in ambito musicale. Dj Giovannino sarà accompagnato da Angelica Di Majo nella cura della selezione musicale, con un doppio dj set – tutto in vinile – che spazierà dal Rare Groove fino ai suoni sperimentali ed elettronici della Deep House. La proposta enogastronomica sarà ancora una volta affidata alla supervisione dell’irresistibile Arianna Paparelli “Food for Guests”.

Il focus di questa nuova edizione di M.U.D.A.C. sarà ancora una volta l’arte contemporanea, con la presentazione della mostra personale di Emanuele Fadini, aka NINA, nome d’arte che riprende quello della figlia, sua musa ispiratrice.

La mostra dal titolo: Face to Face with Nina, a cura di Francesca Santaniello, nasce da un progetto culturale in bilico tra arte e sociologia, sviluppato durante la pandemia, periodo in cui l’artista ha iniziato a sviluppare quest’idea, spinto dal desiderio di contrastare il sentimento di solitudine collettiva del momento.

Nina,traendo ispirazione dagli esponenti più noti della pop art, fonde e diffonde arte, per denunciare, contestare ed omaggiare, attraverso le sue opere, fatti e personaggi di tutti i tempi. Nei suoi lavori, realizzati di getto, dipinge volti ispirati alla cronaca, il cui significato viene rafforzato da parole colorate, scritte per scolpire ancora più a fondo l’identità del soggetto ritratto.

Nina con le sue opere, trasmette curiosità, interesse e apertura verso il mondo, la società e la cultura. In altre parole, restituisce proprio quella curiosità e quella capacità di stupirsi (ancora) da cui derivano.  

La tecnica è mista, istintiva. Nelle opere di Nina convivono materiali molto diversi tra loro: colori acrilici, acquerelli, carboncino, cera, utilizzati su carta o tela. Il procedimento, tuttavia, non si esaurisce in questa prima fase di realizzazione del ritratto. Le opere, infatti, una volta ultimate, vengono scansionate in alta definizione e stampate su carta blue back; infine, dopo un’ultima lavorazione con la colla di affissione, vengono direttamente applicate sulle cornici.

M.U.D.A.C. riafferma la sua identità ibrida e sfaccettata, ponendosi in bilico, tra mondi diversi e creando un virtuoso dialogo tra musica, arte, food e fashion design.

Per Info e prenotazioni: +39 393 0305018

Foto di Pexels da Pixabay

Redazione
Author: Redazione