“Documento”: la scomoda realtà di una scuola di periferia nel docu-film di Marco Iermanò

Presentato come evento speciale del festival di GIFFONI50Plus, e in anteprima a ROMA per l’8 Marzo al Nuovo Cinema Aquila, “Documento” è un film scomodo che racconta la dura realtà di una scuola della periferia romana.

Sotto l’attenta lente dell’attore e regista Marco Iermanò (Baaria, Il grande sogno ) la narrazione affronta il tema della violenza così come viene percepita dai bambini dell’ Istituto romano “Gramsci”. Si tratta di un’analisi lucida e potente, che si rispecchia nelle reazioni dei giovani protagonisti chiamati ad aprire gli occhi senza paura sul difficile mondo degli adulti, attraverso la visione di un film in cui una donna, Jessica Piccolo Valerani (The New Pope) è vittima di violenze psicologiche del compagno, Alessandro Carbonara (I may destroy you, Noi).  “Preferisco che sia il film con le sue immagini a dirvi qualcosa” ha detto in collegamento con la sala il regista “il mio pensiero va in questo momento all’Ucraina, siamo tutti identificati con  i colori di quella bandiera…documento è un film sulla non violenza e nel suo piccolo prova a dirlo a gran voce” 

Allo stesso modo risultano scomode, seppur veritiere, le parole della vicepreside Annamaria Stecchiotti, da sempre impegnata nella lotta per l’inclusione: l’istituto “Gramsci” ospita, infatti, ragazzi di diverse etnie compresa alcuni appartenenti alla comunità Rom; un elemento, questo, per il quale la scuola è stata oggetto di critiche e pregiudizi, correndo persino il rischio di chiudere. Notevole la colonna sonora del film firmata da Alessandro Carbonara, con il singolo originale “You are not alone”, composto per il film con Agnese Antonelli e disponibile sulle piattaforme. La distribuzione internazionale dell’opera, invece, è curata da Francesca Delise, Ilmatic.

Il trailer del film è visibile a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=v2sfZWTAaxs

Marco Iermanò Speech: https://youtu.be/IDtxUYLbWBM

Foto di Lorenzo Barbieri Hermitte

Redazione
Author: Redazione