XII Municipio e Konsumer Italia insieme contro il gioco d’azzardo patologico

Alongi (Pres. Comm. Politiche sociali XII Municipio): urgente intervenire per comprendere e contrastare il fenomeno

Il prossimo giovedì 21 aprile alle ore 11:00, Konsumer Italia sarà in audizione presso il XII Municipio di Roma per raccontare l’impegno e il lavoro che sta svolgendo, ormai da anni, nell’ambito del contrasto al gioco d’azzardo patologico.

L’iniziativa si colloca all’interno di un percorso intrapreso dal Municipio XII e voluto dal Presidente della Commissione Politiche Sociali Alessandro Alongi finalizzato a predisporre alcune iniziative sul territorio volte alla prevenzione e al contrasto delle dipendenze patologiche da gioco d’azzardo.

Raffaella Grisafi, Vice Presidente Konsumer Italia, ha dichiarato: “A livello territoriale sorge sempre più l’esigenza di garantire un’adeguata cultura del gioco specialmente presso le istituzioni, forze di polizia e nel settore sanitario. In questo il territorio può diventare un HUB sperimentale per ricercare, con metodo scientifico, le più efficaci forme di prevenzione del gioco d’azzardo problematico e patologico ed intensificare la tutela del consumatore con interventi diretti sulla cittadinanza. Un’amministrazione sensibile a questi temi è un punto di partenza fondamentale per un percorso che può produrre frutti solo se condiviso tra i vari attori della società”.

All’incontro sarà presente l’Avvocato Cristiano Iurilli, docente dell’Università di Tor Vergata e afferente al “Gruppo Studi E Ricerche Diritti e Salute del Giocatore (DSG)-Consumatore. Settore dei giochi e delle scommesse”.

Alessandro Alongi, Presidente della Commissione Politiche Sociali del Municipio XII e promotore di questa importante iniziativa, ha aggiunto: “Riteniamo sia un preciso dovere del Municipio contribuire a contrastare, prevenire e ridurre il rischio della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico sul nostro territorio. Dalle slot al Bingo, dai Gratta e vinci al Superenalotto, ogni romano spende in media ogni anno quasi 1.500  euro in giocate. Appare quanto mai urgente intervenire per comprendere e contrastare il fenomeno, anche attraverso attività di sensibilizzazione nelle scuole e nei luoghi di aggregazione, incoraggiando gruppi di auto mutuo aiuto e informazioni utili per i giocatori e le famiglie”.

Redazione
Author: Redazione