Solidarietà digitale: via alla seconda fase e focus sulla scuola

Torna l’iniziativa Solidarietà digitale e stavolta riparte dalla scuola

L’iniziativa Solidarietà digitale riparte dalla scuola. L’iniziativa, promossa dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione e coordinata dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale con il supporto tecnico di Agid, sostiene il lavoro di docenti e studenti, con particolare attenzione ai ragazzi in difficoltà e che presentano bisogni educativi speciali.

Per lanciare la nuova missione si è provveduto a pubblicare, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, #DidatticaDigitale. Si tratta di un Avviso Pubblico rivolto ad aziende, associazioni, fondazioni, enti che producono piattaforme e contenuti digitali di supporto all’attività didattica. Le imprese interessate possono quindi mettere a disposizione gratuitamente il loro materiale per sostenere il lavoro di docenti e studenti. Le richieste di partecipazione potranno essere inviate sotto forma di Manifestazione d’interesse compilando l’apposito modulo, fino al 28 ottobre 2020.

Durata da marzo ad agosto 2020, la prima fase di Solidarietà digitale ha visto l’offerta di centinaia di servizi digitali rivolti a cittadini e imprese per affrontare la fase della chiusura delle attività a causa dell’emergenza sanitaria. L’iniziativa ha avuto una notevole risonanza e si sono registrati oltre 11 milioni di accessi al sito dedicato.

Con la nuova missione, si vogliono ora promuovere servizi digitali aggiuntivi per il mondo della scuola. Si tratterà di strumenti per la didattica digitale integrata, piattaforme avanzate di e-learning e contenuti didattici digitali di qualità. Ma ci saranno anche opportunità di formazione per i docenti ed esercizi innovativi per sostenere gli studenti nello studio.

Fonte immagine: Pixabay

Redazione
Author: Redazione