A Roma lo psicologo entra in Municipio (e aiuta i cittadini)

Prevenire e contrastare il disagio emotivo e, in generale, promuovere il benessere psico-fisico dei cittadini del XII Municipio di Roma: con queste premesse il Consiglio municipale ha approvato ieri un atto finalizzato ad impegnare il Presidente Elio Tomassetti ad aprire un dialogo con l’Ordine degli psicologi per la sottoscrizione di un accordo capace di raggiungere questi obiettivi.

La recente pandemia legata alla diffusione del virus Covid-19 avrà effetti a lungo termine sulla salute mentale delle persone, conseguenza che impone a tutte le istituzioni pubbliche una forte assunzione di responsabilità, a partire dalla popolazione più giovane e fragileha dichiarato a margine della seduta del Consiglio il Presidente della Commissione municipale politiche sociali, il Consigliere Alessandro Alongi. “Come Municipio sentiamo il dovere di intervenire per sostenere i tanti cittadini prostrati da una situazione che va avanti ormai da due anni. Tutti gli studi realizzati sugli effetti della pandemia descrivono in maniera pressoché unanime il grave impatto che questo tempo ha avuto sulla sfera psichica degli individui, cosa che necessita nuovi strumenti che permettano ai cittadini di accedere a terapie e supporti psicologiciha concluso Alongi.

Dello stesso tenore il Consigliere e capogruppo della Lega in Municipio, Giovanni Picone: “come Amministratori locali di un ente di prossimità abbiamo il dovere di affrontare i problemi quotidiani e concreti dei cittadini e su questo il potenziamento dell’offerta dei servizi socio-sanitari, soprattutto nell’attuale contesto socio-economico, rappresenta una priorità”.

Quattro delle dieci maggiori cause di disabilità nel mondo interessano l’area della salute mentale: i disturbi dell’umore, la schizofrenia, in deficit intellettivo e il consumo di droghe. Mettendo in campo i giusti strumenti alcuni disturbi psichici come i disturbi alimentari o certe forme depressive, se intercettati per tempo, possono migliorare la condizione di vita dell’individuo e della sua famiglia. “Nello specifico” ha dichiarato la Dr.ssa Fabiana Lefevre, referente dell’Ordine degli Psicologi del Lazio nel XII Municipiocome professionisti iscritti all’albo abbiamo aderito ad un Network Territoriale che si pone come principale obiettivo: lo sviluppo di una rete di professionisti psicologi diffusa sul territorio, che faciliti il rapporto tra Ordine ed iscritti, e tra Ordine e società/Istituzioni. Al fine accrescere il valore della psicologia sul territorio, considerare l’ordine non come un’istituzione estranea ma come una risorsa e, infine, operare per il bene comune.”

Foto di Sozavisimost da Pixabay

Redazione
Author: Redazione